Federico Bini – Da redattore Mediaset a direttore dei ‘Meridiani’

Negli ultimi tre anni ha collaborato alla nascita del sistema digitale per le news di Studio Aperto. Per 12 anni, dal ’75 all’87, ha scritto storie, servizi, inchieste, politica per Il Giornale, curando nello stesso tempo i notiziari delle radio e delle televisioni del gruppo, cioè ‘Italia 1 Flash’ e i ‘Controcorrente’ settimanali di Montanelli. Un’esperienza che gli vale nell’87 il passaggio a Canale 5 per ‘Buongiorno Italia’ e dal ’90 ai programmi di natura, luoghi e animali con tanto di documentari e di Licia Colò, diventando il fornitore di servizi di scienza e natura per le tre reti. Ha pure scritto ‘La notte del gorilla’, romanzo di qualche successo, e curato una collana di libri per bambini. Eppure dici Bini e a tutti vengono in mente le pagine dei numeri inventate dall’Europeo, al cui ufficio centrale ha lavorato per due anni, ’89/’90. Una trovatina di successo che ora ha ripreso con un libro di statistiche in uscita  a mesi. Ora Federico Bini, milanese, 51 anni, dal numero di febbraio firmerà  i dieci numeri del mensile di viaggi dell’Editoriale Domus, vivace come un giornale e solido come un libro, da collezionare. Subentrando a Massimo Javolella che farà  l’inviato per tutte le riviste della casa.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Vent’anni di Fondazione Corriere della Sera, Marchetti: Un appassionante cammino. I nostri archivi parlano del futuro

Vent’anni di Fondazione Corriere della Sera, Marchetti: Un appassionante cammino. I nostri archivi parlano del futuro

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE e TOP 10 PROPERTY (Comscore). A gennaio Google e Fb in testa, ma i gruppi italiani accorciano la distanza 

TOP 100 INFORMAZIONE ONLINE e TOP 10 PROPERTY (Comscore). A gennaio Google e Fb in testa, ma i gruppi italiani accorciano la distanza 

Disney+ svela il piano di produzioni originali italiane ed europee: Boris, Le Fate Ignoranti e The Good Mothers per il nostro Paese

Disney+ svela il piano di produzioni originali italiane ed europee: Boris, Le Fate Ignoranti e The Good Mothers per il nostro Paese