Internet – Nike. Un italiano per lo sviluppo mondiale del brand

Un monzese di 37 anni, Massimo Giunco, è da quest’estate director of brand communications di Nike Inc, la casa madre del colosso mondiale delle calzature e dell’abbigliamento sportivo. Una nomina storica visto che, a livello globale, si tratta del primo manager non statunitense a lavorare nel settore comunicazione dell’azienda americana. Una scelta dettata anche dal fatto che per la prima volta nella storia di Nike (è stata fondata nel 1972 da Philip H. Knight, che ancora oggi ricopre la carica di ceo), il fatturato registrato fuori dagli Stati Uniti ha superato quello interno. Nell’anno fiscale 2003 i ricavi globali hanno superato i 10,7 miliardi di dollari, con un incremento del 1,8% rispetto all’anno precedente, e sono ormai 23mila i dipendenti sparsi nelle oltre 100 sedi del mondo. Giunco è entrato in Nike nel 1997 come corporate communications manager della filiale italiana; l’anno successivo, sempre per Nike Italy, è diventato responsabile relazioni esterne e nel 2000 è stato chiamato presso il quartier generale europeo di Amsterdam come senior corporate communications manager dell’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). Massimo Giunco, che nel suo nuovo ruolo risponde a Rick Anguilla, vice president of brand communications, assume la responsabilità  del coordinamento e dello sviluppo delle attività  di comunicazione per la valorizzazione del marchio Nike, cercando inoltre di accrescere la coerenza e l’integrazione dei messaggi nel mondo.

______________________
Nella foto,
Massimo Giunco

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale