Stefano Boeri – Da progettista e docente di urbanistica a direttore di ‘Domus’

Stefano Boeri si muove a tutto campo. Docente di progettazione urbana a Venezia, guest professor a Rotterdam e collaboratore del domenicale del Sole 24 Ore, come curatore della sezione architettura della Triennale ha promosso una ricerca sul futuro dell’Europa, appena pubblicata da Skira, e come titolare dell’agenzia di ricerca Multiplicity ha ideato installazioni per i principali eventi d’arte e architettura nel mondo. Dal Boeri Studio sono usciti progetti per il ridisegno delle coste europee, per il recupero di aree industriali, per la nuova sede della Rcs, per il quarto anello dello stadio Meazza, per la centrale geotermica di Bagnore che gli è valsa nel 2002 la rappresentanza dell’Italia nella mostra itinerante ‘New Trend in Architecture’. Come sarà  Domus di Boeri? Il neodirettore traccia alcune linee: una rivista che torni a sorprendere, che sviluppi il racconto dell’architettura con sequenze di immagini e con le parole di chi ci lavora. Per rendere il mondo dell’arte abitato da persone e personaggi e per dilatare il concetto di architettura agli spazi di vita, cinema compreso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro