Claudio Braglia – Da direttore di ‘Superwheels’ a direttore di ‘Moto World’

Claudio Braglia, ingegnere elettronico reggiano, classe 1953, che di motori si occupa da trent’anni, avendo cominciato alla Conti Editore  nel ’76, con il lancio del settimanale Motosprint di cui diventa inviato speciale, in seguito contribuendo allo sviluppo dei mensili Auto e In Moto. Lascia l’editore bolognese solo nel ’95 per lanciare e dirigere Superwheels, un progetto di nicchia ambizioso, molto tecnico,  molto inside. Negli ultimi quattro anni è anche consulente per le prove di Al Volante e di In Sella.
A settembre Braglia ha sparato la sua prima cartuccia: Moto World, mensile, 150mila copie di tiratura e prezzo di 3 euro in fase di lancio. Con un bersaglio ben visibile: il bacino di lettura che oggi nutre una decina di testate di moto più le seconde e terze file, ma soprattutto una torta pubblicitaria fatta lievitare, più che dalle case costruttrici, dalle aziende di abbigliamento tecnico e di accessori, settore dominato dall’industria italiana.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

In Italia nel 2020 l’e-commerce ha superato i 30 miliardi di volume d’affari. Bain & Company: Trend inarrestabile

In Italia nel 2020 l’e-commerce ha superato i 30 miliardi di volume d’affari. Bain & Company: Trend inarrestabile

Nasce il sindacato dei lavoratori di Google, il primo nella Silicon Valley. Il Nyt: una rarità nell’industria hi-tech

Nasce il sindacato dei lavoratori di Google, il primo nella Silicon Valley. Il Nyt: una rarità nell’industria hi-tech

L’Istituto nazionale di fisica nucleare guida un progetto digitale della Ue in difesa del patrimonio culturale europeo

L’Istituto nazionale di fisica nucleare guida un progetto digitale della Ue in difesa del patrimonio culturale europeo