Televisione – Mediaset. Con Telecinco e Publiespaà±a volano i conti

Di solito non usa, ma martedì 9 settembre c’è scappato l’applauso per Giuliano Adreani, presidente di Publitalia e amministratore delegato di Mediaset. Non una standing ovation, certo, ma insomma una testimonianza non male verso i risultati ottenuti dal manager che tiene le chiavi della cassaforte del gruppo e soprattutto quelle del cuore di Silvio Berlusconi che nella gestione di Forza Italia e del Polo spende di tasca sua, ogni anno, sui 200 miliardi di lire. L’applauso per Adreani riguardava i risultati delle reti Mediaset (i risultati pubblicitari per le reti commerciali sono il 90% almeno dei ricavi) nel primo semestre del 2003 che hanno superato addiritura quelli del 2000, anno finale della crescita del mercato pubblicitario prima della gran gelata del 2001, 2002 e in parte anche del 2003. I ricavi pubblicitari del primo semestre 2003 sono cresciuti dello 0,7% rispetto all’anno precedente fino a 1.416,6 milioni di euro (il mercato ha una perdita tendenziale dell’1,5%). L’applauso per Adreani andava certo ai risultati della raccolta pubblicitaria, del resto prevista per come il presidente di Publitalia era andato a caccia di contratti con la sua borsa dall’alba al tramonto con un accanimento feroce, ma soprattutto perché era stato lui a proporre e a insistere per l’acquisto di un ulteriore 12% di Telecinco e Publiespaà±a (la concessionaria) per 276 milioni di euro, che portava Mediaset al controllo dell’emittente spagnola. La proposta di Adreani aveva, in effetti, incontrato resistenze e dubbi, ma il risultato era ora indubitabile: e la partecipazione spagnola concorreva per 320 milioni di euro ai ricavi netti consolidati del gruppo che sono cresciuti nei primi sei mesi del 2003 a 1.624 milioni di euro (+ 25%).


______________________
Nella foto, Giuliano Adreani

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale