Carlo Montanaro – Da direttore dell’area ‘Arte e cultura’ della Darp a direttore di ‘Dove’

Urge una sterzata, e quindi uno sterzatore. Carlo Montanaro appunto, da settembre. Qualche idea c’è: puntare di più sugli stili di vita legati a scala minore, meno gran tour e crociere e panavision, e più itinerari curiosi, scoperte, stupori, silenzi, riscoprendo il piacere della guida, quello dell’abbigliamento giusto, dei comportamenti eleganti, e pure dell’investimento immobiliare accorto. Montanaro è un gentiluomo milanese 53enne di modi levigati e mestiere puntuto. A Dove c’è già  stato nel ’91 come caporedattore, dopo sette anni alla Gazzetta dello Sport per vela e motori seguiti nell’88 dalla direzione di Auto in Vogue, e prima di Carnet di cui è stato il direttore-fondatore. Negli ultimi anni era il responsabile degli eventi culturali e delle promozioni dell’area ‘Arte e cultura’, uno dei tre poli in cui si è strutturata la Darp, con quello del turismo e tempo libero e quello della nautica. Lascia alla vigilia di uno degli eventi più prestigiosi: la mostra sul Guercino curata da Dennis Mahon che si inaugura a Milano il 26 settembre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Il sogno del Festival della Mente nell’anno della pandemia, fra numeri e futuro

Battaglia continua sulle rassegne stampa. Consiglio di Stato respinge ricorso urgenza Eco della stampa

Battaglia continua sulle rassegne stampa. Consiglio di Stato respinge ricorso urgenza Eco della stampa

Conflitto di interessi, la proposta di legge: “Stop ai direttori dei giornali in Parlamento”

Conflitto di interessi, la proposta di legge: “Stop ai direttori dei giornali in Parlamento”