Televisione – Rti. Allarga il digitale terrestre

Prosegue il cammino della televisione digitale terrestre che il 20 maggio scorso ha segnato la nascita, presso il ministero delle Comunicazioni, del Comitato sulla sperimentazione delle trasmissioni digitali terrestri e sui servizi interattivi, presieduto dal sottosegretario Giancarlo Innocenzi (vedi Prima, n. 330, pag. 39). L’Autorità  garante della concorrenza e del mercato ha dato il via libera per l’acquisizione da parte di Rti, Reti televisive italiane (gruppo Mediaset), di 23 impianti di trasmissioni televisive e relative frequenze posseduti dalle società  Sige (Società  Italiana grafica editoriale), Tci (Telecolor International), Sis (Sicilia iniziative speciali) ed Edivision (Editrice televisione Sud). Secondo l’Autorità  presieduta da Giuseppe Tesauro l’acquisto degli impianti di queste emittenti locali meridionali – il cui capitale è controllato dalla famiglia Ciancio Sanfilippo – rientra in un più ampio progetto del gruppo Mediaset per la costituzione di una rete nazionale di trasmissione del segnale televisivo in tecnica digitale terrestre (multiplex).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale