Case editrici – Fiera Milano. Entra nell’editoria tecnica

“Con questa acquisizione abbiamo assegnato una nuova mission a Edizioni Fiera Milano che da ora in poi non si occuperà  soltanto della produzione di stampati per le fiere (cataloghi, brochure, eccetera) e di affissioni, ma sarà  anche una vera e propria società  editrice nel segmento della stampa business to business, che da sempre dà  un importante contributo allo sviluppo delle mostre”, dice Costantino Casali, presidente di Edizioni Fiera Milano, controllata al 100% da Fiera Milano spa, a proposito dell’ultima operazione della società  da lui guidata: l’acquisizione dalla Pubbliemme International srl di Arteregalo, Articoli Casalinghi ed Elettrocasalinghi, Box International Trade, Artù, Style International Trade. Sono cinque periodici specializzati nel campo dei prodotti per la casa e la cucina, della regalistica e dell’arredamento. Advisor dell’operazione è stata Euromobiliare Corporate Finance. Come precisa un comunicato di Fiera Milano, non è previsto alcun esborso a pronti: l’operazione sarà  regolata nel 2008 a un prezzo determinato sulla base della media dei margini operativi lordi effettivi degli esercizi 2004-2008, a cui verrà  applicato un moltiplicatore pari a 5 in modo da incorporare nel prezzo finale il pagamento differito. Il prezzo finale non potrà  comunque superare i 2,2 milioni di euro. Il business plan prevede margini operativi lordi positivi già  a partire dal primo esercizio (1 luglio 2003-30 giugno 2004) del quinquennio.

_______________________
Nella foto, Costantino Casali

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale