Società  – Lumiq . Una piccola Hollywood sotto la Mole

“Se non teniamo conto di Cinecittà  e di alcuni studi ben attrezzati di Rai e Mediaset, in termini di impiego di tecnologie avanzate, di attrezzature e di strutture possiamo ritenerci una realtà  unica in Italia nel panorama del cinema, dell’audiovisivo e del multimediale”. Ugo Rietmann parla con orgoglio del nuovo centro di produzione e post-produzione Lumiq spa di cui è amministratore delegato. Il centro sorge a Torino, all’interno del Parco tecnologico, su una superficie di circa 8mila metri quadrati, e ha richiesto un investimento di 40 milioni di euro. Lumiq è dotato di due teatri di posa (uno dei quali è tra i più grandi d’Europa); due regie video; un sistema di studi virtuali per l’ideazione di modelli tridimensionali; tre sale di post-produzione; laboratori di computer graphic 2D e 3D; una piscina per le riprese subacquee; una falegnameria, un’officina meccanica, una sartoria, camerini, sale trucco e infine un ristorante. “La peculiarità  del nostro centro sta nel fatto che tutta la catena di produzione, dalle riprese al riversamento, viene effettuata in tecnica digitale”, precisa Rietmann. La società  è a capitale privato ed è guidata da Fata Group, leader nell’engineering, manifacturing e contracting. Vi partecipano le società  di produzioni cinematografiche Harold, Alenia Spazio, Euphon spa, E-tad Tecnologie (operatore del settore audiovisivo e multimediale digitale) e Cam, società  consortile per l’innovazione e lo sviluppo delle tecnologie dell’audiovisivo e del multimediale.  Insieme all’amministratore delegato Rietmann, fino allo scorso anno consigliere d’amministrazione di e.Biscom, la società  è guidata dal presidente Ignazio Moncada. 

____________________
Nella foto,
Ugo Rietmann

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale