Personaggi – Nino Mormino. La bestia nera dei giornalisti

“I giornalisti contestano le leggi ad personam per Berlusconi, però poi le reclamano per s锝: non recede dalla propria posizione Nino Mormino, parlamentare di Forza Italia alla prima legislatura, vice presidente della commissione Giustizia della Camera e avvocato di fama a Palermo, divenuto celebre in tutta Italia grazie all’emendamento che ha ripristinato il carcere per i reati di diffamazione a mezzo stampa (vedi sezione Documenti). Quella norma che gli è costata la sconfessione da parte del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nonché gli strali dell’opposizione e dell’intero mondo dell’informazione, lui la riproporrebbe pure domani: “È una questione di principio giuridico”, ribadisce. “Perché mai il semplice cittadino che ingiuria o diffama deve rischiare di finire in carcere, mentre il giornalista che commette, con una più vasta eco, lo stesso reato non rischia nulla?”. E da buon avvocato tira fuori le carte e si toglie qualche sassolino dalla scarpa contro quelli che definisce i “pentiti” di tutte le parti, che pur condividendo il suo emendamento hanno poi gridato allo scandalo. Mormino del resto con i pentiti ha sempre avuto poco a che fare: nella sua carriera di avvocato di noti boss mafiosi, dai Provenzano ai Madonia fino a Totò Riina, solo per citare i più noti, non ne ha mai difeso uno: “Non posso difendere chi, pentendosi, magari chiama in causa altri miei clienti: ne nascerebbe una questione d’incompatibilità “, spiega. Però Antonino Giuffrè, un suo ex cliente poi pentitosi, lo ha chiamato in causa provocando la sua iscrizione nel registro degli indagati per associazione mafiosa. “Era un atto dovuto e presto tutto si concluderà  positivamente”, ribatte Mormino, anche se dopo quella vicenda su di lui si è detto e si è scritto di tutto. Eppure non ha mai querelato nessuno. “Non fa parte del mio stile”, assicura. Così come non ha fatto una piega davanti alle reazioni imbelvite di noti giornalisti per il suo emendamento, beccandosi vere e proprie contumelie da Emilio Fede e da Giuliano Ferrara.

____________________
Nella foto,
Nino Mormino

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale