Alberto Sabbatini – Da condirettore a direttore di ‘Autosprint’

E gli dei faventi come non mai, grazie al gioioso traino dei successi Ferrari. Così il 28 maggio l’editore ha deciso che il bravo Ivan Zazzaroni si occupasse a tempo pieno del Guerin Sportivo, e che Autosprint venisse affidato a un direttore corsaiolo e a un direttore editoriale come Giorgio Piola, dal ’71 per 500 gran premi voce della Rai in pista e uno dei più famosi giornalisti tecnici. Alberto Sabbatini è nato a Roma nel dicembre ’58, figlio del Marcello direttore di Autosprint e fondatore di Rombo. Figlio d’arte, di quell’arte ha fatto mestiere, imparando oltre che a far giornali anche a guidare in pista monoposto di Formula 1 e macchine da competizione. Tanto per sapere di che sta parlando. Inizia a Motosprint nel ’79, due anni dopo segue il padre a Rombo, nell’88 entra nella redazione motori del Corriere della Sera e nel ’90 in quella della Gazzetta dello Sport. Quando nel ’92 Alfredo Cazzola rileva Rombo, ne diventa direttore finché nel ’95 torna in Conti Editore per produrre Sprint, inserto motoristico del Corriere dello Sport e per prendere la vice direzione del mensile Am. Sta ad Austosprint dal ’99 prima come vice poi come condirettore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

George Kontakos, direttore generale della divisione prodotti grande pubblico di L’Oréal Italia

George Kontakos, direttore generale della divisione prodotti grande pubblico di L’Oréal Italia

Il 5 giugno Corriere della Sera si tinge di verde e presenta l’inchiesta sulla sostenibilità ‘Pianeta 2020’

Il 5 giugno Corriere della Sera si tinge di verde e presenta l’inchiesta sulla sostenibilità ‘Pianeta 2020’

Ferpi compie 50 anni e presenta un logo nuovo

Ferpi compie 50 anni e presenta un logo nuovo