GIORNALISTI: SCHIFANI, CONTRATTO NON PIU’ RINVIABILE

GIORNALISTI: SCHIFANI, CONTRATTO NON PIU’ RINVIABILE
(ASCA) – Roma, 6 feb – Il rinnovo del contratto dei giornalisti e’ un ”obiettivo non piu’ rinviabile”. E’ quanto ha ribadito il presidente ddl Senato, Renato Schifani, intervenendo alla inaugurazione della nuova sede dell’Ordine nazionale dei giornalisti. ”Il contratto di lavoro dei giornalisti e’ scaduto da 4 anni ed il suo rinnovo non dovrebbe farsi attendere ancora” ha sottolineato la seconda carica dello Stato, ricordando come una tale situazione ”indebolisce il principio della liberta’ di stampa”. Il parlamento ed il governo, ha ricordato ancora la seconda carica dello Stato, ”hanno compiuto scelte nei confronti dei giornalisti, anche per agevolare questo difficile negoziato” quanto occorre ora e’ ”raggiungere tra le parti una intesa, ora tocca alla federazione nazionale della stampa ed alla federazione degli editori sciogliere i diversi nodi di un confronto quanto mai complesso”. Un quadro, ha concluso Schifani, ”che deve affrontare questioni urgenti quali la multimedialita’, la modulazione dell’utilizzo dei contratti a termine, la tutela del lavoro autonomo e non”. E per questo motivo, ha concluso Scahifani, che ”alcune istituzioni non possono sottrarsi a un intenso lavoro di mediazione tra giornalisti ed editori”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo