Eurotech: accordo con Rsc, Psi e Intel per sviluppo supercomputer in Russia

Eurotech: accordo con Rsc, Psi e Intel per sviluppo supercomputer in Russia

MILANO (MF-DJ)–Eurotech ha siglato un accordo di collaborazione scientifica, industriale e commerciale per lo sfruttamento del mercato dei supercomputer nella Federazione Russa, nella Csi e in Europa. L’accordo intende promuovere lo sviluppo delle tecnologie HPC, e mira alla produzione e all’installazione di supercomputer potenti, affidabili ed efficienti.

I partner della collaborazione, si legge in una nota, sono RSC SKIF, societa’ russa che svolgera’ attivita’ di progettazione, sviluppo, realizzazione e commercializzazione nella Federazione Russa e nella CSI, Program Systems Institute (PSI), Istituto di Ricerca sull’High Performance Computing dell’Accademia delle Scienze Russa (RAS) che fornira’ supporto tecnico e scientifico per lo sviluppo di soluzioni di supercalcolo, Eurotech, che rendera’ disponibile la sua architettura di supercalcolo (Aurora) e sara’ responsabile della progettazione e della produzione delle macchine, ed Intel, che supportera’ i partner fornendo loro i processori e assistendoli nelle attivita’ di sviluppo e di marketing.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)