INTERNET:WIKIPEDIA;FINE A PROGETTO MOTORE CONCORRENTE GOOGLE

INTERNET:WIKIPEDIA;FINE A PROGETTO MOTORE CONCORRENTE GOOGLE

(ANSA-AFP) – ROMA, 2 APR – Google, il motore di ricerca più celebre del mondo, può dormire sonni tranquilli riguardo la sua leadership nel settore. Jimmy Wales infatti, fondatore dell’enciclopedia online Wikipedia, ha annunciato che metterà  fine, un anno dopo il suo lancio, al progetto di un motore di ricerca partecipativo destinato a fargli concorrenza. Il progetto “Wikia Search” era stato avviato nel gennaio 2008. Per verificare la pertinenza dei risultati il nuovo motore di ricerca faceva appello, in base allo stesso principio ispiratore di Wikipedia, al contributo degli internauti, contrariamente ai motori di ricerca classici che utilizzano algoritmi di ricerche informatiche. “Wikia Search non ha riscontrato il successo che speravamo” ha scritto Wales in un messaggio pubblicato martedì sul suo blog. “In una situazione economica diversa, avremmo potuto continuare a finanziare Wikia Search per un tempo indefinito” ha aggiunto, senza escludere tuttavia di tornare a lavorare su questo tipo di progetto in futuro. Due giorni fa il settore delle enciclopedie online aveva invece registrato la prossima chiusura, da parte di Microsoft, di Encarta, in cattive acque prorio a causa del concorrente gratuito Wikipedia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)