Microsoft/ Courtois: Investimenti in ricerca nel 2009 a 9 mld Usd

Microsoft/ Courtois: Investimenti in ricerca nel 2009 a 9 mld Usd
Per uscire dalla crisi occorre maggior innovazione tecnologica

Milano, 7 apr. (Apcom) – Gli investimenti in ricerca e sviluppo del gruppo Microsoft saliranno nel 2009 a nove miliardi di dollari rispetto agli otto miliardi dello scorso anno. Lo ha detto Jean-Philippe Courtois, presidente di Microsoft International e vice presidente di Microsoft Corporation, durante il suo intervento al Forum “Innovazione e tecnologia” che si è svolto oggi a Milano.

Parlando della crisi che ha colpito l’economia mondiale, Courtois ha spiegato che sono tre le strade da percorrere per uscirne più forti di prima. “Il primo passo da fare è quello di ridurre la leva finanziaria, il secondo è restituire la fiducia a tutti gli attori dell’economia e ,infine, la terza cosa da fare è aumentare gli investimenti indirizzati all’innovazione tecnologica”. A questo proposito Courtois ha sottolineato che “Microsoft ha deciso di aumentare quest’anno a nove miliardi di dollari gli investimenti in ricerca e allo sviluppo rispetto agli otto miliardi del 2008”.

Di innovazione tecnologica ha parlato anche Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di Microsoft Italia, che ha ricordato come il ricorso massiccio all’information technology “permetterà  alle aziende di uscire ancora più forti dalla crisi grazie alla riduzione dei costi e all’aumento dell’efficienza operativa”.
Jovane si è anche auspicato che il governo mantenga e indirizzi trasversalmente verso tutti i settori gli investimenti già  annunciati per lo sviluppo tecnologico, ricordando anche il successo di “Microsoft financing”, il programma di finanziamento per l’information technology, che ha permesso nel 2008 di aiutare circa 200 aziende italiane, di cui il 60% pmi, ad acquistare tecnologie informatiche.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)