GIORNALISTI: UNCI, A NAPOLI GIORNATA MEMORIA CRONISTI UCCISI

GIORNALISTI: UNCI, A NAPOLI GIORNATA MEMORIA CRONISTI UCCISI
SI CELEBRA IL 3 MAGGIO, GIORNATA MONDIALE LIBERTA’ INFORMAZIONE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 9 APR – L’Unione nazionale cronisti italiani celebrerà  il 3 maggio, a Napoli, la seconda giornata della memoria dei giornalisti uccisi dalle mafie e dal terrorismo nel dopoguerra in Italia, “per ricordare loro e anche tutti gli altri colleghi che alla libertà  di stampa hanno sacrificato la vita nel resto del mondo”. Oltre agli interventi delle autorità  locali e dei dirigenti di tutti gli enti del giornalismo – spiega una nota dell’Unci – il programma prevede uno spazio per le testimonianze dei familiari dei colleghi uccisi e per la lettura di alcuni articoli dei cronisti vittime del loro attaccamento alla professione. La manifestazione si terrà  dalle 10 alle 13 nel foyer dell’Auditorium della Rai. L’iniziativa, indetta in collaborazione con Federazione della Stampa e Ordine dei Giornalisti – e con l’organizzazione dell’Unione cronisti della Campania, Assostampa e Ordine dei giornalisti campani – si svolge, come già  quella dello scorso anno in Campidoglio, in concomitanza con la giornata mondiale della libertà  dell’informazione indetta dall’Onu. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo