INTERNET: GOOGLE,SU WEB 3.0 INFORMAZIONE ACCESSIBILE A TUTTI

INTERNET: GOOGLE,SU WEB 3.0 INFORMAZIONE ACCESSIBILE A TUTTI
MADRID
(ANSA) – MADRID, 23 APR – Al 18.mo congresso del World Wide Web di Madrid oggi è stata la giornata di Alfred Spector, il responsabile ricerche Internet di Google, che ha assicurato in una conferenza che l’obiettivo del motore di ricerca più usato al mondo è quello di “organizzare l’informazione e renderla utile e accessibile per tutti”. “Chiamatelo come volete, a me piace chiamarli processi completamente trasparenti”, ha detto Spector riferendosi al futuro World Wide Web – da alcuni etichettato come 3.0 – che, ha affermato, dovrà  essere accessibile indipendentemente dai linguaggi o dai formati utilizzati. Per Spector infatti le nuove ricerche saranno universali e terranno conto non solo del testo, ma anche delle tracce audio, delle mappe, delle immagini e useranno i traduttori in un modo sempre più fluido. Il dirigente di Google ha aggiunto di scommettere “sull’intelligenza ibrida e non artificiale”, spiegando che “le macchine devono essere controllate e gli utenti possono aiutare a farlo”. Per lo scienziato, che fu prima vice presidente dei servizi di ricerca software di Ibm, la chiave è quindi il ‘feedback’, il riscontro dell’utente, anche se non è ancora chiaro come dovranno essere i sistemi capaci di processare tali dati. Tra le cose da migliorare ci sono anche i tempi di risposta nelle ricerche e l’efficienza energetica, visto che i server ed i centri dati sono enormi divoratori di energia. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)