GIORNALISMO: NATALE (FNSI), RIFLETTERE SU DATI FREEDOM HOUSE

GIORNALISMO: NATALE (FNSI), RIFLETTERE SU DATI FREEDOM HOUSE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 2 MAG – “Anche se il tema è stato cancellato nella discussione politica italiana, la concentrazione dei media nel nostro Paese continua ad apparire anomala a tutti gli osservatori internazionali”: lo dice il Presidente della Federazione nazionale della stampa italiana (Fnsi), Roberto Natale. “La prova ulteriore – rileva Natale – viene dal nuovo rapporto di Freedom House, che classifica l’Italia come unico paese parzialmente libero dell’Europa occidentale insieme alla Turchia. Piuttosto che liquidare queste analisi come indizi di un improbabile complotto contro l’Italia, conviene prendere atto che le società  pienamente democratiche si regolano diversamente da noi e tornare a ragionare su indispensabili regole di equilibrio per l’informazione italiana. Gli osservatori internazionali nemmeno sanno che la nostra situazione può persino peggiorare – avverte Natale -, visto che la legge Gasparri consentirà  a Mediaset, dal gennaio 2011, di entrare nella proprietà  di giornali quotidiani o di fondarne di nuovi: con ciò accrescendo ulteriormente una concentrazione che già  all’estero sembra esorbitante. E’ un articolo di legge che va rivisto, in nome di un corretto funzionamento della nostra democrazia. Così come il Parlamento è chiamato, nelle prossime settimane, ad evitare di farci scivolare ancora più in giù nelle classifiche internazionali a causa del disegno di legge Alfano: l’informazione italiana, che già  lavora in un contesto così difficile – conclude il presidente Fnsi -, non può accettare nessun proposito di secretazione della cronaca giudiziaria”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo