RAI: BONDI, VIA GLI SPOT DALLA RAI? PERCHE’ NO

RAI: BONDI, VIA GLI SPOT DALLA RAI? PERCHE’ NO
(ASCA) – Roma, 4 giu – Dovrebbe essere presa in considerazione l’eventuale eliminazione degli spot dalla Rai. Lo afferma in una intervista a Klaus Davi il ministro per i beni culturali, Sandro Bondi. ”Credo che il tema della pubblicita’ sulle reti pubbliche vada affrontato anche in Italia. Non e’ un caso – spiega Bondi – se il governo francese di Sarkozy, di centro-destra, e il governo spagnolo di centro-sinistra hanno preso un’unica decisione: quella di togliere la pubblicita’ in un canale televisivo pubblico da una certa ora in poi. Proprio per questo – riferisce il ministro – ho inviato una lettera ai ministri della cultura francese e spagnolo per invitarli in Italia a discutere su questo punto”. Bondi ha poi rivolto un appello al Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, affinche’ induca gli imprenditori a finanziare di piu’ la cultura anziche’ il calcio. ”E’ previsto un incontro con Emma Marcegaglia a Torino per discutere proprio sul rapporto tra economia, imprese e cultura. Chiedero’ – spiega il ministro – un maggiore impegno da parte delle imprese perche’ bisogna sentirsi tutti parte di un progetto comune”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi