COSTA: GIORNALI SORPRESI DALLA RIVOLUZIONE DIGITALE

Costa: Giornali sorpresi dalla rivoluzione digitale
“Ricostruire meccanismo deteriorato non sarà  facile”
Roma, 1 lug. (Apcom) – “La carta stampata, periodica e quotidiana, è stata forse colta di sorpresa dalla rivoluzione digitale. Soprattutto non ha fatto abbastanza per difendere il suo value for money e cioè quanto valore è capace di dare ai proprio clienti”. Lo dichiara Maurizio Costa, vicepresidente e amministratore delegato del gruppo Mondadori, in un’intervista al ‘Corriere della Sera’.
“Ricostruire un meccanismo deteriorato non sarà  facile – prosegue Costa – discorso profondamente diverso per i libri, che nonostante la crisi stanno andando bene, nel nostro caso molto bene, con una redditività  attorno al 20%. Non avevo mai visto una crisi simile e una così forte discontinuità  tecnologica”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo