INTERCETTAZIONI: GARANTE PRIVACY, NO A SANZIONI GIORNALISTI

INTERCETTAZIONI: GARANTE PRIVACY, NO A SANZIONI GIORNALISTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 2 LUG – “Per quanto riguarda le nuove regole relative ai limiti della pubblicabilità  delle informazioni acquisite e trattate dai giudici ” il Garante per la protezione dei dati personali ritiene opportuna una nuova disciplina, ma “ribadisce perplessità  sul ricorso a sanzioni penali a carico dei giornalisti”. Lo ha detto il presidente Francesco Pizzetti nella sua relazione annuale al Parlamento, quest’anno nella Sala Zuccari al Senato. “Peraltro – aggiunge – non tocca all’Autorità  fissare le regole che presiedono al rispetto della libertà  di informazione garantita dalla Costituzione, se non quando siano concretamente in discussione eventuali e puntuali violazioni della riservatezza dei cittadini”. A suo avviso infatti “non c’é ragione di ritenere che la regolazione in via generale della libertà  di stampa abbia una diretta e immediata connessione con la tutela della privacy, che deve essere sempre valutata caso per caso”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi