TV: BARBARESCHI, ROMANESCO? BISOGNA INVESTIRE SULLE SCUOLE

TV: BARBARESCHI, ROMANESCO? BISOGNA INVESTIRE SULLE SCUOLE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 13 LUG – “Castelli? Da un lato lo capisco, ma il problema c’é ma la soluzione non è spostare la sede del polo degli audiovisivi che è a Roma e va mantenuta anche perché, altrimenti, tempi e costi sballerebbero tutti”. Così il parlamentare e attore del Pdl Luca Barbareschi replica a chi gli chiede delle parole del viceministro leghista Roberto Castelli il quale, oggi a Milano all’inaugurazione del polo cinematografico, ha criticato l’eccessiva presenza della parlata romanesca nelle fiction tv. “Io – sottolinea Barbareschi – punterei sulle scuole: anche perché per gli attori a volte strascicare il dialetto è una scorciatoia”. Barbareschi sottolinea, comunque, come “le cadenze più dialettali hanno anche caratterizzato grandissimi comici” e questo vale per Roma come Milano, Venezia o Genova, ma “i comici non hanno bisogno di cavalli politici” per la loro affermazione. Secondo l’esponente del Pdl è invece necessario investire di più nel teatro e nelle scuole di dizione e lasciare il polo audiovisivo a Roma.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi