TV: BISIO, NON C’E’ CENSURA PER SATIRA, NEANCHE PER CROZZA

TV: BISIO, NON C’E’ CENSURA PER SATIRA, NEANCHE PER CROZZA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 LUG – “Mai votato per Berlusconi e mai lo voterò. Detto questo, non ho dubbi sul fatto che in Italia la satira non sia censurata”: è netto il giudizio di Claudio Bisio, nell’intervista pubblicata da ‘A’, il settimanale diretto da Maria Latella, in edicola domani. L’opinione di Bisio è riferita in particolare alla vicenda di Maurizio Crozza, ‘tagliato’ e ridotto a due puntate su La7 per il prossimo autunno. “Maurizio Crozza continuerà  a fare l’editoriale per Ballarò. Vuoi mettere i numeri che faceva La7 e i numeri che fa Ballarò? Non ci sono paragoni. Su Raitre ha più audience, ‘Crozza,Italia’ lo vedeva poca gente. E questo non lo dico io, lo dicono i numeri. A parte il fatto che, se voglio cercare la satira, oltre alla tv, c’é il teatro, la carta stampata, le vignette, Elle Kappa, Staino. E continuiamo a leggerli. No, nessuno in Italia fa satira politica col bavaglio”. Poi Bisio aggiunge: “Quello che non amo è la parodia, magari con il politico in sala. L’amico Floris aveva chiesto anche a me di farlo, ma ho rifiutato. Crozza è bravissimo, però da spettatore non mi piace quel sorridere, ammiccare, abbozzare, in quel senso lì è molto simile al Bagaglino, dove un tempo in prima fila c’era Andreotti”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi