WEB: TUTTI VS GOOGLEBOOK,OFFENSIVA DI AMAZON MICROSOFT E YAHOO

WEB: TUTTI VS GOOGLEBOOK,OFFENSIVA DI AMAZON MICROSOFT E YAHOO
(AGI/AFP) – New York, 21 ago. – Una coalizione contro la biblioteca on line di Google. Amazon, Microsoft e Yahoo progettano di unirsi in un’associazione di librerie e gruppi no profit in risposta al piano con cui Google ha intenzione di creare un’enorme biblioteca on line, di cui avrebbe il monopolio. Si trattera’ della ‘Alleanza del libro aperto’ – la Open Book Alliance – per sfidare l’accordo preso da Google con autori ed editori grazie al quale le copie di milioni di libri potranno essere messe on line dal gigante dei motori di ricerca, decisione gia’ sottoposta al vaglio antitrust del Dipartimento di giustizia americano. “Google sara’ ‘La’ libreria” se il progetto verra’ realizzato, ha commentato Brewster Kahle, fondatore dell’Archivio di Internet. L’accordo fu preso nel 2008 da Google con autori ed editori che avevano denunciato il motore di ricerca per infrazione delle regole sul copyright, ma pagando 125mila dollari il gigante di Mountain View si e’ impegnata a creare un Book Rights Registry attraverso cui gli autori possano essere catalogati e ricevere compensi per le loro opere: il 70% sarebbe per scrittori e editori, il 30 per Google. Gary Reback, un avvocato dell’antitrust della Silicon Valley, ha sottolineato che il piano della biblioteca on line “ha enormi conseguenze sul piano della competitivita’ che la gente sta solo cominciando a capire”. Sono stati sollevati problemi per la questione della privacy anche da parte dell’Unione per le liberta’ civili americana e altre associazioni che si sono appellate a Eric Schmidt, amministratore delegato di Google, affinche’ siano inserite politiche di tutela della riservatezza. Il progetto di Google Books potrebbe trasformare l’industria editoriale e il pubblico accesso alla cultura. E di fronte alle accuse che vedono il progetto come una minaccia alla liberta’ e privacy dei lettori, la compagnia risponde che invece andra’ a favore degli autori e rendera’ disponibili a tutti milioni di libri. “Stimolera’ la competitivita’ nel mondo editoriale, quindi capiamo perche’ i nostri avversari ci hanno dichiarato guerra”, si legge in un comunicato. (AGI) Red

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)