JOVANOTTI INTERVISTA LAPO ELKANN “SERVE UN RICAMBIO GENERAZIONALE”

JOVANOTTI INTERVISTA LAPO ELKANN “SERVE UN RICAMBIO GENERAZIONALE”
24/08/2009 – 17:41 – SPETTACOLO

JOVANOTTI INTERVISTA LAPO ELKANN “SERVE UN RICAMBIO GENERAZIONALE”

MILANO (ITALPRESS) – “Lapo e’ uno che ti fa venire voglia di abbracciarlo, la sua e’ una comunicazione che cerca emozione nell’interlocutore. È per questo che in tanti gli vogliono bene, per questo va poco d’accordo con l’establishment, per questo e’ un outsider, una rockstar senza la musica. Lapo e’ un outsider: se l’e’ pure tatuata sul braccio la parola Outsider, in caratteri gotici.
Per avvertire il mondo e per ricordarlo a se stesso, nel bene e nel male”.
Cosi’ Lorenzo Jovanotti che ha incontrato Lapo Elkann a New York: il risultato e’ una lunghissima chiacchierata per la storia di copertina di GQ, in edicola domani. “Oggi – dice Elkann – sono crollate tante sicurezze del passato e c’e’ apertura verso nuove idee e bisogna dargli fiducia, cosa che in Italia non si riesce a fare, a differenza di qui in America. Con me lavorano ragazzi che vengono da famiglie normalissime ma che hanno talento, Italia Independent non e’ un club di figli di papa’, e’ una storia vera, una cosa che mi rappresenta nel suo spirito libero e non classista. E non la sto facendo con i soldi della holding di famiglia, ma cercando nuove risorse altrove, costruendo nuove relazioni”.
Sulla prospettiva di diventare padre, dice: “Solo quando saro’ sicuro di poter essere un buon padre, non uno di quei padri che hanno carriere pazzesche e costruiscono imperi pero’ non si sanno far amare dai loro figli e finiscono per sbagliare tutto. Quando Edoardo e’ morto, mio nonno Gianni e’ invecchiato di colpo di vent’anni”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
ads/com 24-Ago-09 17:41
JOVANOTTI INTERVISTA LAPO ELKANN “SERVE UN RICAMBIO GENERAZIONALE”-2-
24/08/2009 – 17:41 – SPETTACOLO

JOVANOTTI INTERVISTA LAPO ELKANN “SERVE UN RICAMBIO GENERAZIONALE”-2-

“Mio nonno – aggiunge – e’ stato un uomo eccezionale, con un talento senza pari, con me e’ stato fantastico e di grande ispirazione, ma la mia fortuna e’ stata essere suo nipote e non suo figlio. Mio padre invece e’ un ottimo padre, si e’ sposato quattro volte ma io e lui abbiamo un rapporto bello, lui per me c’e’, non l’ho mai sentito distante, da lui non mi sono mai sentito giudicato. Mi ascolta ma non mi giudica, rispetta le mie scelte”. Perche’ non sei il presidente della Fiat? “Dovrebbero cambiare troppe cose perche’ ci siano le condizioni che permettano a uno con le mie idee di essere in quel posto. Pero’ devo dire che in Fiat ho lavorato con un bel gruppo di persone e insieme abbiamo fatto dei cambiamenti, la 500 e’ figlia di quel gruppo, come lo e’ la sponsorizzazione del team campione del mondo in MotoGp, tutte cose che hanno rinnovato l’immagine del marchio”. Perche’ non sei presidente della Juve? “Perche’ dovrebbero cambiare troppe cose nel calcio per permettere a uno come me di essere presidente della squadra che amo. L’Italia, lo ripeto, ha bisogno di un ricambio generazionale nei luoghi di potere”.
(ITALPRESS).
ads/com 24-Ago-09 17:41

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo