L’Espresso: le tv di De Benedetti, un disastro (Giornale)

25 Aug 2009 10:37 CEDT L’Espresso: le tv di De Benedetti, un disastro (Giornale)

MILANO (MF-DJ)–Le emittenti del gruppo L’Espresso, da All Music a Deejay Television a Repubblica.tv, acquistate nel 2004 da De Benedetti per 115 mln euro, sono in piena crisi economica e di contenuti.

E’ quanto si legge in un articolo su il Giornale dove si aggiunge che le tv di De Benedetti, acquistate con l’obiettivo di realizzare in tre anni un utile operativo del 30%, perdono 10 mln l’anno.

Mediobanca, incaricata di trovare un nuovo editore nel luglio 2008 dopo che la Ambanelli diede le dimissioni, e’ da diversi mesi alla ricerca di un compratore per quei canali di musica, news e interviste, ma finora non si e’ fatto avanti nessuno. Nel frattempo sono iniziati i primi tagli del personale che hanno coinvolto una trentina di addetti alla produzione.

Qualcuno vocifera che siano stati contattati i vertici della News Corp di Murdoch, mentre qualcun altro ha fatto il
nome di Francesco Nespega, editore dei canali per ragazzi Jetix e Gxt. Sembra inoltre che siano stati contattati anche gli
uomini di Mediaset. Si tratta tuttavia di rumors cosi’ come quello che vorrebbe anche Silvio Berlusconi piuttosto tiepido
alle richieste di De Benedetti di aiutarlo a risolvere la grana delle sue televisioni in passivo.
Inoltre, ora con il progressivo passaggio al digitale terrestre, l’affare si complica ulteriormente e ci si trova dinnanzi
al dilemma se vendere o investire ancora per essere competitivi in un business piu’ sofisticato che ha gia’ prodotto pesanti
bilanci in rosso. red/ste

(END) Dow Jones Newswires

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi