Televisione: J.Murdoch, con Sky e’ finito il duopolio (MF)

25 Aug 2009 09:12 CEDT Televisione: J.Murdoch, con Sky e’ finito il duopolio (MF)

MILANO (MF-DJ)–L’affermazione di Sky sul mercato televisivo italiano “ha creato un reale clima di concorrenza in un settore molto importante e ha sfatato il luogo comune secondo cui in Italia sarebbe potuto esistere solo il duopolio Rai-Mediaset”.

E’ quanto si legge in un articolo di MF che riporta un’affermazione di James Murdoch, presidente e a.d. di News Corporation per l’Europa e per l’Asia, intervenuto al Meeting di Rimini ad un incontro sul tema “innovazione, liberta’ e scelta”.

Il figlio del magnate australiano dei media, Rupert Murdoch ha poi ripercorso le piu’ importanti esperienze dell’azienda fondata dal padre ad Adelaide 56 anni fa, con l’acquisto di un quotidiano della sera. “Ancora ricordo le parole degli analisti. Gli italiani dispongono gia’ di sette canali nazionali liberi e di centinaia di canali locali. Non hanno bisogno di piu’ scelta e di certo non vogliono pagare per guardare la tv”, ha ricordato James Murdoch.

“Noi invece”, ha poi concluso “abbiamo deciso di non sottovalutare il desiderio di maggiore scelta di tante famiglie italiane forse in disaccordo con tale affermazione”. red/ste

(END) Dow Jones Newswires

August 25, 2009 03:12 ET (07:12 GMT)

Copyright (c) 2009 MF-Dow Jones News Srl.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi