INTERNET: GOVERNO GB,TAGLIO WEB A RECIDIVI DOWNLOAD ILLEGALE

INTERNET: GOVERNO GB,TAGLIO WEB A RECIDIVI DOWNLOAD ILLEGALE
LONDRA
(ANSA) – LONDRA, 25 AGO – Milioni di britannici che scaricano illegalmente film e musica da internet rischiano di perdere la loro connessione alla rete e multe fino a 50.000 sterline, se insisteranno con la loro attività . E’ la proposta avanzata dal governo di Londra, per il quale ci potranno essere misure intermedie messe in atto dai provider, come il divieto d’accesso ai siti di condivisione dei file, la riduzione di velocità  del collegamento e la sospensione temporanea dell’accesso. Sono circa sette milioni – ovvero un cittadino su 12 – i britannici che regolarmente scaricano da internet file video e musicali e secondo l’ultimo rapporto ufficiale sulle tecnologie digitali il governo non ha ancora fatto abbastanza per combattere la pirateria. Secondo le proposte, Ofcom, l’autorità  garante per le comunicazioni, potrà  chiedere ai provider di compilare una lista dei computer che vengono utilizzati con regolarità  per scaricare file illegali. A queste persone verà  quindi inviata una lettera di avvertimento e se continueranno a scaricare file, si vedranno rallentata, o tagliata del tutto, la propria connessione internet. Le multe verrebbero utilizzate solo nei casi più gravi. Tuttavia le proposte, contenute in una nuova versione del rapporto Digital Britain e ora aperte a una consultazione che durerà  mesi, non piacciono alle aziende che forniscono internet, che non vogliono diventare ‘la polizia del web’: “Siamo delusi dalla proposta di obbligare i provider a sospendere i collegamenti agli utenti – fa sapere la Internet Service Providers’ Association (ISPA) – Noi, e con noi le associazioni dei consumatori, considerano questa una risposta sproporzionata, un giudizio che è stato recentemente condiviso dal Parlamento europeo”. In Francia, la legge anti-pirateria che prevede anche il taglio della connessione a chi scarica illegalmente in maniera recidiva, verrà  votata nella sua ultima versione a settembre. In Italia la proposta di legge contro il down-load illegale di audiovisivi, attualmente in discussione, prevede una misura simile. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)