GERMANIA: VOTO; TWITTER SOTTO ACCUSA, DANNEGGIA DEMOCRAZIA

EST:GERMANIA
2009-08-31 15:43
GERMANIA: VOTO; TWITTER SOTTO ACCUSA, DANNEGGIA DEMOCRAZIA
BERLINO
(ANSA) – BERLINO, 31 AGO – Twitter è di nuovo sotto accusa in Germania: ieri, i risultati degli exit poll delle elezioni regionali erano sul social network 90 minuti prima della chiusura delle urne e questo, secondo alcuni politici tedeschi, danneggia la democrazia nel Paese. Già  lo scorso giugno, alcuni esponenti politici avevano messo in guardia l’opinione pubblica contro l’insidia Twitter. Il network, avevano infatti spiegato, potrebbe compromettere il risultato delle politiche di settembre proprio grazie alla facilità  con cui permette di pubblicare su Internet i risultati degli exit poll a urne aperte, potenzialmente influenzando così il voto degli indecisi. Il caso di ieri, ha gettato benzina sul fuoco. “Questo sta danneggiando la democrazià , ha detto il vice capogruppo della Cdu al Bundestag, Wolfgang Bosbach, nel corso di un’intervista al quotidiano di Colonia, Koelner Stadt-Anzeiger. “C’é il pericolo che i risultati delle elezioni possano essere falsati – ha aggiunto -. Quindi, questi exit poll devono essere strettamente monitorati”. In Germania, la legge vieta la pubblicazione di informazioni sugli exit poll prima della chiusura delle urne e, per questo reato, sono previste multe fino a 50mila euro. Ieri, tuttavia, attorno alle 16:30, due utenti di Twitter hanno inviato sul network messaggi con i risultati relativi alle elezioni regionali tenute in Turingia, Sassonia e Saar. E in pochi minuti, i messaggi sotto accusa avevano già  fatto il giro della Rete. Alle 18:00, cioé immediatamente dopo la chiusura delle urne, i dati ufficiali trasmessi dalle emittenti tv, non erano molto diversi da quelli diffusa un’ora e mezza prima.(ANSA).
CB/ S0B ST1 S91 QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)