FELTRI-AVVENIRE:DEL 2004 IL DECRETO PENALE DI CONDANNA A BOFFO

FELTRI-AVVENIRE:DEL 2004 IL DECRETO PENALE DI CONDANNA A BOFFO
(AGI) – Terni, 1 set. – Porta la data del 9 agosto del 2004 il decreto penale che condanna Dino Boffo al pagamento di un’ammenda di 516 euro per molestie personali. Le due pagine di provvedimento, emesso allora dal gip di Terni, Augusto Fornaci, e con il nome della parte offesa che compare cancellato, e’ stato messo oggi a disposizione dei giornalisti, come disposto dal gip Pierluigi Panariello. Nel decreto penale si legge che Dino Boffo e’ stato imputato ”del reato di cui all’articolo 660 c.p. perche’, effettuando ripetute chiamate sulle sue utenze telefoniche nel corso delle quali la ingiuriava anche alludendo ai rapporti sessuali con il suo compagno (condotta di reato per la quale e’ stata presentata remissione di querela) per petulanza e biasimevoli motivi recava molestia a ‘…omissis…’. In Terni dall’agosto 2001 al gennaio 2002”. Il gip Panariello, parlando con i giornalisti, ha specificato che la frase relativa ai rapporti sessuali fa riferimento a quelli tra la denunciante e il proprio compagno e che nel fascicolo processuale non c’e’ alcun riferimento alle inclinazioni sessuali del direttore di ‘Avvenire’. Sempre secondo quanto riferito oggi dal gip Panariello nel fascicolo conservato al tribunale di Terni sono presenti anche le deposizioni di alcuni testimoni che confermavano la conoscenza tra Boffo e la donna della denuncia. Il direttore di ‘Avvenire’ ha sempre sostenuto di non essere l’autore delle telefonate ”ma questa tesi – ha detto Panariello – non e’ stata approfondita poiche’ evidentemente non ritenuta attendibile da chi indagava”.(AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo