VENEZIA: CENTOAUTORI, DIRITTO D’AUTORE ARMA POLITICA

Condividi

SPE:VENEZIA
2009-09-02 14:26
VENEZIA: CENTOAUTORI, DIRITTO D’AUTORE ARMA POLITICA
PROTESTA PRECARI SPETTACOLO CONTRO TAGLI
VENEZIA
(ANSA) – VENEZIA, 2 SET – Il diritto d’autore “é un’arma politica che intendiamo utilizzare fino in fondo per costringere tutti gli utilizzatori delle opere cinematografiche e televisive, che sui contenuti fanno enormi profitti, a restituire agli autori e mondo dell’audiovisivo almeno una parte di questi guadagni”. L’ha detto lo sceneggiatore Andrea Purgatori dei 100 Autori, l’associazione ospite alla Mostra di Lido Philo (i filosofi che parlano di cinema, da tre anni evento della Mostra Internazionale), per una serie di incontri e dibattiti su narrazione, formazione e problemi del sistema produttivo e distributivo. I rappresentanti dei 100 Autori, tra i quali anche il presidente dell’associazione, lo sceneggiatore Stefano Rulli parteciperanno oggi anche a un incontro organizzato dagli autori presenti nelle diverse sezioni della Mostra, e ospitato dalle Giornate degli Autori, dove si parlerà  dei tagli al Fus e delle conseguenze che stanno avendo sulla nostra cinematografia. I 100 Autori stanno anche valutando eventuali iniziative di protesta durante la Mostra. Si sa già  che oggi pomeriggio a manifestare contro i tagli saranno i giovani precari dello spettacolo di Global Beach, ed è possibile che ci siano iniziative anche fuori dal Palazzo del Cinema durante il tappeto rosso di Baaria, il film d’apertura della Mostra. (ANSA).
Y64/ S0B S41 QBXB