Boffo/ Frattini: Solidarietà , ma premier non è mandante attacco

Boffo/ Frattini: Solidarietà , ma premier non è mandante attacco

Rapporti Vaticano-governo?C’è una costante condivisione di valori

Roma, 3 set. (Apcom) – Solidarietà  a Dino Boffo arriva anche dal ministro degli Esteri Franco Frattini che però difende il premier Silvio Berlusconi: “Non è lui il mandante dell’attacco di Feltri”. “Ho telefonato al direttore di ‘Avvenire’ il giorno stesso – dice Frattini in una intervista al ‘Corriere della Sera’ -. Il rispetto per la privacy e la dignità  deve valere per tutti, anche per i personaggi pubblici. Respingo però le strumentalizzazioni politiche della sinistra che usa la vicenda come se Berlusconi ne fosse il mandante. Invece il presidente ha spiegato in pubblico, e in privato, di non aver incoraggiato e neppure parlato con Feltri”.

Il ministro Frattini parla anche dei rapporti tra Vaticano e governo, e tra governo e chiesa italiana. “Nella sostanza – sottolinea – c’è una costante condivisione di valori tra il governo di centrodestra e la Santa Sede: vita, famiglia, equilibrio tra rigore e accoglienza sull’immigrazione”. Ed aggiunge: “Prima il direttore dell”Osservatore Romano’ e poi il cardinal Bertone hanno ribadito la sintonia tra il governo e la Santa Sede”.

Quanto alla legge sul fine vita, il responsabile della Farnesina ritiene che il testo del Senato sia migliorabile: “Penso che il testo del Senato possa essere migliorato. Io sono per la tutela della vita senza se e senza ma. Ma lo stesso risultato può essere raggiunto ripulendo aspetti normativistici e procedurali”. “Non ho dubbi – prosegue – che acqua e cibo non siano una cura, ma un modo per dare la vita. Una cosa però è la sostanza, un’altra la regolazione delle forme e delle procedure: stabilire con una legge come si debba fare evoca lo Stato etico e mi lascia qualche perplessità “.

Porte chiuse, invece, al riconoscimento delle coppie di fatto: “Verrebbe colorito con un segno anticristiano e anti-Santa Sede, e come tale cavalcato a torto dai laicisti. Piuttosto reagiamo con più forza, come facciamo con gli scafisti, agli attacchi contro gli omosessuali. Se aggredisco qualcuno perchè gay – conclude Frattini – sarò punito più severamente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo