Boffo/ Il Sole e Repubblica: E’ ‘character assassination’

Condividi

Boffo/ Il Sole e Repubblica: E’ ‘character assassination’

“Omicidio virtuale, viene distrutta immagine a tavolino”

Roma, 4 set. (Apcom) – Quello che è accaduto con il caso di Dino Boffo “gli anglosassoni lo chiamano character assassination ossia l’omicidio virtuale di qualcuno di cui viene distrutta a tavolino l’immagine pubblica”. E’ la riflessione che fa sul Sole 24 Ore Stefano Folli condivisa anche da Giuseppe D’Avanzo su Repubblica che non a caso usa la stessa espressione.

“Dino Boffo – scrive D’Avanzo – è stato ucciso sulla pubblica piazza con una menzogna che non ha nulla a che fare con il giornalismo” ma si tratta, appunto, di un “assassinio mediatico”.
“L’assassino – spiega il giornalista – presenta quella diceria poliziesca come un fatto addirittura come un documento giudiziario. E’ un imbroglio, è un inganno. Non c’è alcuna nota informativa”.