Boffo/ Feltri: Dimissioni affari loro, ma pataccari non siamo noi

Boffo/ Feltri: Dimissioni affari loro, ma pataccari non siamo noi
Sul Giornale: “Perchè gip blinda il dossier”

Roma, 4 set. (Apcom) – “Boffo va, ma il caos aumenta”: con questo titolo ‘Il Giornale’ dà  conto delle dimissioni del direttore di ‘Avvenire’ spiegando che “invece di prendere atto che le notizie da noi riportate erano fondate la sinistra estremizza lo scontro politico”. In un editoriale in prima pagina il direttore Vittorio Feltri precisa che “non era nostro obiettivo aumentare il numero dei disoccupati” ribadendo invece che “ci premeva dimostrare che le sue prediche erano in contrasto con il suo stile di vita privato”. E ribadisce: “I pataccari non siamo noi ma chi ci ha dipinti come tali”.

Feltri si chiede tra l’altro “perchè il gip ha blindato il dossier Boffo” osservando che è “è l’unico processo le cui carte erano e sono inaccessibili”. Quanto alle dimissioni e al loro accoglimento da parte del cardinale Angelo Bagnasco Feltri osserva che “avranno avuto le loro buone ragioni”, ma tutto sommato “sono affari interni alla Chiesa e non mi riguardano”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo