Cinema/ Nominata la nuova commissione per la cinematografia

Cinema/ Nominata la nuova commissione per la cinematografia

Si occupa di lungo e cortometraggi, promozione, film d’essai

Roma, 4 set. (Apcom) – Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano, il ministro per i Beni e le Attività  Culturali Sandro Bondi ha nominato la commissione per la cinematografia.

Sezione per il riconoscimento dell`interesse culturale e dei lungometraggi: Antonio Ferraro, Enrico Magrelli, Dario Viganò, Rosaria Marchese, Oscar Iarussi, Francesco Gesualdi. Sezione per il riconoscimento dell`interesse culturale delle opere prime e dei cortometraggi: Carlo Cozzi, Anselma Dell`Olio, Antonia Postorivo, Massimo Bergami. Sezione per la promozione: Osvaldo De Santis, Ettore Albertoni, Gianluigi Paragone, Paride Leporace.
Sezione per l`ammissione ai benefici di legge e per l`individuazione dei film d`essai: Laura Delli Colli, Emilia Costantini, Sara Cortellazzo, Carlo Montanaro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo