AVVENIRE: BOFFO “LA QUESTIONE AVRA’ CONSEGUENZE POLITICHE”

AVVENIRE: BOFFO “LA QUESTIONE AVRA’ CONSEGUENZE POLITICHE”
ROMA (ITALPRESS) – “La questione non finisce qui e avra’ pesanti conseguenze anche sul fronte politico”. Lo afferma Dino Boffo al direttore di “Chi” Alfonso Signorini, che nel numero del settimanale in edicola da domani pubblica i passi salienti di una conversazione al telefono con l’ex direttore di “Avvenire”.
“Berlusconi sostiene di non avermi mai conosciuto? Non e’ vero.
Ricordo molto bene il nostro incontro”, si sfoga Boffo. E poi aggiunge: “La cosa piu’ assurda e’ che per 15 anni ho sempre sostenuto Berlusconi, il suo governo e molte sue linee politiche.
Ho una formazione moderata, eppure in queste settimane sono diventato un’icona della sinistra. E pensare che sono entrato in rotta di collisione anche con Rosy Bindi perche’ non rappresentavo l’ala sinistra dei cattolici”.
Boffo non si da’ pace di come abbia potuto verificarsi la tempesta che lo ha travolto: “Se anche fosse vero tutto quello che e’ stato scritto su di me, io mi chiedo: era eticamente lecito pubblicarlo?
Ho parlato con molti dirigenti del Pdl e tutti mi hanno assicurato che la questione e’ volata sulle loro teste. Ma come e’ possibile?
Come e’ possibile che per sei giorni di fila, prima delle mie dimissioni, nessuno abbia potuto fermare lo stillicidio mediatico?”.
Infine, Boffo confida il suo dolore piu’ grande: “Vivo una vita estremamente noiosa sul versante del gossip. Quello che non perdono e’ che si sia fatto del male ai miei genitori che sono anziani e che hanno pieno diritto a vivere sereni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari