TV: MATERAZZI PRECISA “QUERELA COLIANDRO DOVUTA A UN INSULTO”

TV: MATERAZZI PRECISA “QUERELA COLIANDRO DOVUTA A UN INSULTO”

MILANO (ITALPRESS) – Marco Materazzi non ci sta. Il difensore dell’Inter, in una lettera inviata a una rubrica della “Gazzetta dello Sport” curata dall’ex direttore Antonio Di Rosa, precisa i motivi che lo hanno portato a querelare la fiction Rai “L’ispettore Coliandro”. “Caro Di Rosa – scrive Materazzi rivolgendosi all’ex direttore della rosea, che qualche giorno fa all’interno della stessa rubrica aveva criticato la decisione di ‘Matrix’ – la settimana scorsa ho letto con un pizzico di sorpresa la sua risposta a un lettore che mi criticava per la mia querela alla fiction Rai ‘L’ispettore Coliandro’, iniziativa peraltro pubblicizzata dai produttori (questa e’ la mia impressione) con intenti propagandistici”. Secondo Materazzi “il problema e’ che anche lei, non volendo, e’ incorso nell’errore di chi le ha scritto: alla battuta che mi ha offeso mancava un appellativo non da poco, ovvero ‘bastardo'”. “Sono sicuro – conclude il difensore campione del mondo – che anche lei, ora che conosce la frase per esteso, non darebbe ragione a chi ha considerato esagerata e immotivata la mia reazione”. Di Rosa ha risposto cosi’: “Caro Marco, bastardo non e’ una battuta ma un insulto. Mi sono sbagliato, comprendo la sua reazione”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi