GIORNALISTI: DE BORTOLI, INFORMAZIONE GUARDIANA DEL POTERE

Condividi

GIORNALISTI: DE BORTOLI, INFORMAZIONE GUARDIANA DEL POTERE
CERTALDO (FIRENZE)
(ANSA) – CERTALDO (FIRENZE), 12 SET – “Una opinione pubblica avvertita e consapevole è il fondamento per una democrazia evoluta. Un buon giornalista deve verificare e, se del caso, pubblicare tutto, dando una rappresentazione veritiera dei fatti”. Lo ha detto il direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli alla conferenza stampa, a Certaldo, della consegna del Premio letterario Boccaccio 2009. Il direttore, spiega una nota degli organizzatori, insignito del premio Indro Montanelli, ha ricordato una frase di Einaudi che ripeteva sempre che gli organi di stampa hanno il dovere di offrire una informazione corretta affinché il pubblico possa giudicare e deliberare, per osservare che “tutte le domande sono legittime, perché l’informazione è la guardiana del potere, sia di quello politico che di quelli economico e culturale. Dai quotidiani i lettori vogliono qualità , per questo vanno scremate ed eliminate tutte le questioni inutili: ci sono questioni private che hanno anche funzione pubblica, altre no”. Assieme a de Bortoli sono intervenuti anche gli altri due premiati: Daniele del Giudice (Boccaccio Italia) e Lord Hugh Thomas (Boccaccio Internazionale).