RAI: MAZZA, SUBITO D’ACCORDO SU PRIMA SERATA A VESPA

RAI: MAZZA, SUBITO D’ACCORDO SU PRIMA SERATA A VESPA
(AGI) – Roma, 14 set. – “Mi sono detto, sin dal primo momento, d’accordo sulla scelta di riservare la prima serata a Porta a Porta”. Cosi’ il direttore di Raiuno, Mauro Mazza, spazza via gli ultimi dubbi circa la sua posizione rispetto all’affaire Vespa-Floris, causato dalla scelta di Viale Mazzini di riservare la prima serata di domani alla trasmissione Porta a Porta che trattera’ del terremoto e raccontera’ la consegna delle prime case ai terremotati d’Abruzzo, con il conseguente spostamento della trasmissione Ballaro’, che su Raitre avrebbe trattato gli stessi temi. Mazza, durante la conferenza stampa convocata a Viale Mazzini, ha spiegato che “l’eccezionalita’ dell’evento di domani in Abruzzo e l’attenzione che Porta a Porta ha riservato al terremoto comporta che sia Bruno Vespa a raccontare la giornata”. Il direttore di rete attribuisce quanto accaduto ad un “difetto di programmazione che sicuramente c’e’ stato, ma non c’e’ stata. Come c’e’ stata una sottovalutazione allora. Di sicuro oggi non sopravalutiamo l’evento”. E “il dovere del servizio pubblico e’ di darne conto a prescindere dagli ascolti attesi”. Anche perche’, aggiunge Mauro Mazza, con una certa ironia, “la Clerici dal punto di vista degli ascolti farebbe sicuramente meglio, ma questo avvalora ancora di piu’ il senso della nostra scelta”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi