Rai/ Santoro: Berlusconi trama nell’ombra, daremo segnale chiaro

Rai/ Santoro: Berlusconi trama nell’ombra, daremo segnale chiaro

Rizzo Nervo: non credo ci sarà  forzatura

Roma, 14 set. (Apcom) – Sul contratto di Marco Travaglio e su quelli degli operatori ‘Annozero’ combatterà  “l’ultima battaglia, dando un segnale forte e chiaro. Sarà  il pubblico di ‘Annozero’ a darlo, lo sappia Berlusconi, che continua vigliaccamente ad agire nell’ombra”. Lo ha detto Michele Santoro questa mattina a Repubblica tv, ribadendo le denunce fatte nei giorni scorsi in due lettere al direttore generale della Rai Mauro Masi.

Sulla chiusura dei contratti, indispensabile, ribadisce Santoro, ad una settimana dall’avvio di ‘Annozero’, “bisognerebbe che anche il presidente della Rai ci desse qualche rassicurazione”.
Per il conduttore è “un precedente” che in Cda ci sia “un dibattito sulla natura del contratto Marco Travaglio”, e comunque “diciamo no a questo gioco delle parti” a questo “continuo rinviare la palla da una parte all’altra”. Masi parla di approfondimenti necessari, di cui riferirà  nel prossimo Cda? “Se non vuole firmare – dice Santoro – lo dica”. Insomma questa è una vicenda “in cui non c’entra la politica”, ma “è un mettersi sotto i piedi la dignità  di lavoratori”, per i quali serve “rispetto”.

Nino Rizzo Nervo, ospite in studio, ha osservato come sia “in atto in Rai, per volontà  esterna, un’azione di terrorismo psicologico nei confronti di quelle diversità  editoriali che ancora sopravvivono. Credo comunque che una forzatura su Travaglio alla fine non ci sarà  e se ci fosse una forzatura sulla direzione di Raitre, allora la chiamata alla mobilitazione non sarebbe solo di Santoro”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi