FUS: BRUNETTA,NON CONOSCO PLACIDO,DA TEMPO NON VADO A CINEMA

SPE:FUS
2009-09-15 17:23
FUS: BRUNETTA,NON CONOSCO PLACIDO,DA TEMPO NON VADO A CINEMA
ROMA
(ANSA) – ROMA, 15 SET – “Io non conosco Placido, al cinema non vado da tantissimo tempo”. Così il ministro per la Pubblica amministrazione e per l’Innovazione, Renato Brunetta, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano un commento sul successo al box office del film Il grande Sogno diretto da Michele Placido, a margine della firma del protocollo d’intesa per l’e-government. Secondo Brunetta “lo Stato deve finanziare la scuola, l’università , i musei; mentre gli spettacoli devono vivere sul mercato”. Il ministro avanza lo stop all’equazione “cinema uguale cultura e uguale spreco”. “In nome di questa equazione – ha spiegato – si sono prodotti dei mostri che io denuncio”. Per Brunetta il cinema deve essere trattato come le altre industrie “può avere stimoli, incentivi, ma non privilegi”. D’altra parte, ha sottolineato Brunetta, “anche la sinistra la pensa così”. A riguardo il ministro ha citato un articolo pubblicato dal settimanale l’Espresso nel 2007, in cui si denunciavano gli sprechi del settore cinematografico. (ANSA).
I29-SAM/ S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo