RAI: ROMANI, SU PORTA A PORTA CAN CAN DEL TUTTO INGIUSTIFICATO

RAI: ROMANI, SU PORTA A PORTA CAN CAN DEL TUTTO INGIUSTIFICATO
(AGI) – Roma, 15 set. – “Il can can scatenato dalla sinistra sulla scelta di mandare su Raiuno la consegna delle prime case ai terremotati abruzzesi, decisione sacrosanta del vertice Rai e in linea con analoghe scelte editoriali fatte in passato con lo slittamento della messa in onda di trasmissioni per evitare sovrapposizioni negative per i programmi stessi, e’ del tutto ingiustificato e serve, come al solito, a tentare di mettere in ombra i fatti ed esaltare le polemiche”. Lo sottolinea, in una nota, il viceministro alle Comunicazioni Paolo Romani, secondo il quale “l’aver realizzato in tempo da record delle vere e proprie case per le popolazioni sistemate fino ad ora nelle tendopoli, l’aver contribuito in termini concreti al rafforzamento dello spirito di rinascita civile, dovrebbe essere un patrimonio condiviso da tutti e non l’occasione per alimentare una campagna di delegittimazione che va avanti da mesi o per fare giochi da piccola bottega”. “Fino a prova contraria – continua Romani – Raiuno e’ la rete ammiraglia del servizio pubblico. Quella che raccoglie il massimo dell’ascolto. Da qui le scelte dell’azienda di dedicare la prima serata ad un evento che e’ di interesse generale per il Paese. Il resto sono polemiche pretestuose, innescate da chi volutamente scambia l’autonomia come una sorta di terreno di scontro permanente. Fuori e dentro l’azienda”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi