INTERNET: ALLARME MINORI, YOUTUBE E POLIZIA LANCIANO ‘MAPPA PROTEZIONE’

16-09-2009   14:34         [Cronaca]
INTERNET: ALLARME MINORI, YOUTUBE E POLIZIA LANCIANO ‘MAPPA PROTEZIONE’
(ASCA) – Roma, 16 set – Una mappa, sul modello di quelle della metropolitana, con tanto di linee che si intersecano, scambi e ‘stazioni’. Una rete precisa e circostanziata per ”Non perdere la bussola”. Questa volta, pero’, non nei meandri di una citta’ tentacolare ma di una realta’ ancora piu’ estesa (e, spesso, non meno pericolosa) come quella del web e di internet. La mappa per viaggiare sicuri nella rete e’ espressamente rivolta ai ragazzi dai 13 ai 18 anni, alle scuole e agli operatori della formazione e a metterla in piedi sono stati in questi mesi la Polizia delle Comunicazioni e YouTube in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione. ”Aiutaci a tenere YouTube pulito” e’ una delle parole-chiave della mappa per i giovani nella quale sono indicate ”stazioni” finali del percorso in sicurezza sulla rete come la tutela degli adolescenti, della privacy, il rispetto del copyright. Tra i temi che si vuole approfondire e portare alla conoscenza dei ragazzi c’e’ il cyberbullismo, con il consiglio di non pubblicare online e non condividere video e messaggi che incitano o contengono atti di bullismo, di segnalare atti di cyberbullismo ad un adulto di fiducia e non mettere in rete video con contenuti ”sessualmente espliciti” o promuovere attivita’ illegali. Tra gli altri consigli utili anche quelli di ”non fidarsi” di chi chiede password, indirizzo email o dati relativi all’account, di tenere sempre segreta la propria identita’ e di impostare come video privato l’eventuale invio di immagini riguardanti la propria sfera privata. ”Le scuole interessate a ospitare il workshop informativo – ha spiegato nel corso di una conferenza stampa al Dipartimento pubblica informazione della Polizia di Stato, il rappresentante di Google, Marco Pancini – possono trovare tutte le informazioni per inviare la richiesta al link di youTube o all’indirizzo email della polizia delle comunicazioni”. ”La polizia di Stato – gli ha fatto eco il direttore delle Relazioni esterne della Polizia, Maurizio Masciopinto – e’ da anni che opera per faqr si’ che i rischi della rete, soprattutto nei confronti dei minori, non debbano costituire un limite allo sviluppo della comunicazione sul web”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)