da giornalista parlamentare a direttore del ‘Giornale Radio Rai’

Uno che comincia a fare radio a undici anni cosa vuoi che faccia a quarantadue? La radio naturalmente, perché un amore così precoce, fatalmente, è per sempre. In breve questa è la storia di Antonio Preziosi, da agosto nuovo direttore del Giornale Radio Rai nelle sue tre declinazioni Gr1, Gr2, Gr3 nonché direttore di Radiouno Rai.
Preziosi, tarantino di sola nascita ma lucano di crescita e formazione giovanile, viene folgorato dalla radio da bambino: la sua prima trasmissione la fa a undici anni in una radiolina di Pisticci, paese in provincia di Matera. Quando il babbo carabiniere viene trasferito nel capoluogo eccolo a Poliradio Stereo, a occuparsi dei notiziari locali.
Negli anni dell’università  Preziosi è però a Roma, dove alla Sapienza studia giurisprudenza. E proprio la laurea cum laude gli spiana la strada alla partecipazione a un concorso indetto dalla Rai per l’iscrizione alla neonata scuola di giornalismo di Perugia. Vince il concorso e, insieme, l’impegno all’assunzione in Rai una volta conclusa la scuola.

(La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 398, Settembre 2009)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Sony pronta a ‘riscrivere il futuro’: studi e webinar su come affrontare i cambiamenti di produzioni tv e pubblicità in tempo di Covid

Sony pronta a ‘riscrivere il futuro’: studi e webinar su come affrontare i cambiamenti di produzioni tv e pubblicità in tempo di Covid

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Cambio ai vertici dell’affiliata italiana di Philip Morris. Nominati Eleonora Santi, Gianluca Iannelli e Mirko Vaccaro

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale

Malagò (Coni) sulla riapertura degli stadi: speriamo novità in settimana, ma così è difficile fare marketing e sinergia commerciale