TV: SPAGNA; APPROVATA LEGGE DIGITALE TERRESTRE A PAGAMENTO

EST:TV
2009-09-17 17:03
TV: SPAGNA; APPROVATA LEGGE DIGITALE TERRESTRE A PAGAMENTO
MADRID
(ANSA) – MADRID, 17 SET – Il Congresso del deputati spagnolo ha approvato oggi la legge sul digitale terrestre a pagamento con 183 voti a favore, 150 contrari e sei astensioni.Il governo socialista ha ottenuto sulla normativa l’appoggio dei nazionalisti catalani di Ciu e di Erc e delle Canarie (Cc), riferisce l’edizione elettronica di El Mundo.La nuova legge permette ai canali nazionali che ne abbiano fatto richiesta (Net TV, La Sexta, Antena 3, Veo e Telecinco), di iniziare trasmissioni a pagamento su un canale tra quelli messi a loro disposizione sul digitale terrestre. La normativa pone fine al monopolio detenuto fin’ora dal gruppo Prisa (editore di El Pais) nella televisione a pagamento in Spagna grazie al suo canale Digital Plus. Tra i beneficiati ci sarà  invece il gruppo Mediapro che, dopo l’annuncio dell’ approvazione del decreto legge da parte del governo lo scorso 13 agosto aveva annunciato la creazione del primo canale Tdt a pagamento spagnolo: Gol Tv. Tramite questo canale il gruppo potrà  così sfruttare i diritti del calcio in suo possesso. L’opposizione ha criticato oggi l’approvazione rapida di questa legge, affermando che avrebbe dovuto essere inserita nella legge Generale Audiovisiva.(ANSA).
YK6-CEF/ ST1 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi