TV: RITORNO DI CELENTANO POTREBBE ESSERE A FUMETTI E SU SKY UN CARTOON SUL RAGAZZO DELLA VIA GLUCK IN TV NEL 2010

TV: RITORNO DI CELENTANO POTREBBE ESSERE A FUMETTI E SU SKY
UN CARTOON SUL RAGAZZO DELLA VIA GLUCK IN TV NEL 2010
ROMA
(ANSA) – ROMA, 17 SET – Potrebbe essere a fumetti, e su Sky, il clamoroso ritorno di Adriano Celentano in tv a cinque anni da Rockpolitik. Un cartoon sul Ragazzo della Via Gluck è il prossimo impegno del molleggiato secondo il Magazine del Corriere della sera, che ha pubblicato oggi una indiscrezione sul tema, non confermata, né smentita, né da Sky né dal Clan di Celentano. Secondo le indiscrezioni raccolte, il progetto sarebbe concreto e dalle caratteristiche totalmente innovative. Si tratterebbe di una serie animata ispirata al Ragazzo della via Gluck, la canzone-simbolo di Adriano Celentano. La serie, di 26 episodi da 26 minuti ciascuno, dovrebbe arrivare in televisione nel 2010 e avrà  la firma, oltre che del Molleggiato, anche di altri tre artisti del calibro di Milo Manara, il più importante fumettista italiano, del regista e sceneggiatore Enzo D’Alò e dello scrittore e sceneggiatore Vincenzo Cerami. Come è noto, la Via Gluck è la strada dove Celentano viveva da ragazzo e il brano rappresenta la prima vera canzone ecologista della storia della musica italiana.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi