E la banca va ““ Fusione Agi-Radiocolor in stallo

L’idea era di costituire un’agenzia d’informazioni primaria che unisse la leadership di Radiocor nel settore economico e finanziario con l’esperienza politico parlamentare e il radicamento sul territorio con 15 sedi regionali dell’Agi. Un progetto basato su un piano industriale già  delineato e una formula societaria che prevedeva la fusione delle due strutture. Ma l’iniziativa, che avrebbe dovuto essere perfezionata con la supervisione degli esperti di Mediobanca, alla fine di luglio si è per il momento arenata. Infatti, non si erano fatti i conti con Luigi Abete, personaggio di primo piano del mondo imprenditoriale e finanziario (è presidente Bnl-Gruppo Bnp Paribas e anche membro del Cda del Gruppo 24 Ore), intenzionato a far coinvolgere nell’operazione anche il polo Asca-Apcom, controllato attraverso la società  Sviluppo Programmi Editoria dal gruppo A.BE.T.E.
La partecipazione di Asca-Apcom punta a rafforzare il progetto di un nuovo polo informativo in grado di offrire contenuti anche per il web e altre piattaforme digitali, televisione, radio e free press, ma prevede una diversa architettura societaria con l’esclusione dell’ipotesi di una fusione delle strutture e la costituzione di una holding, che oltre a curare e sviluppare marketing e servizi per tre agenzie specializzate, le coordinerebbe secondo linee strategiche. Un nuovo polo di circa 200 giornalisti che potrebbe puntare a incrementare le entrate che ognuna delle agenzie ha attualmente per i contratti di servizio stipulati con la presidenza del Consiglio: 4 milioni Asca, 2 milioni Apcom, 1,5 milioni Radiocor, 10 milioni Agi.

La versione integrale dell’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 398 – settembre 2009

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale