Apc-Tv/ Spot postumi di Mike, il 54,9% approva la messa in onda

Apc-Tv/ Spot postumi di Mike, il 54,9% approva la messa in onda

 

 

 

Secondo il sondaggio per il 34,4 è un modo per rendergli omaggio

Roma, 21 set. (Apcom) – Il ricordo di Mike Bongiorno, il celebre presentatore recentemente scomparso, è sempre vivo nel cuore degli italiani al punto che oltre il 54,9% approva la messa in onda postuma degli spot Infostrada.
Questo il dato che emerge dal sondaggio effettuato dalla società  di ricerca S&G Kaleidos tra i lettori del settimanale ‘Tv Sorrisi e Canzoni’, che lo pubblica nel numero in edicola domani. Per il 34,4 “è un modo per rendere omaggio” a Mike (34,4%), per il 20,5 è giusto perché “è il suo ultimo lavoro” (20,5%). Contrario il 45,1% dei lettori, che ritiene si tratti “di una questione economica” (29,9%) o che sia “di cattivo gusto” (15,2%).

La famiglia Bongiorno, di comune accordo con Fiorello, ha ritenuto coerente non interrompere la messa in onda degli spot della campagna pubblicitaria che prevede due soggetti. Nel primo Mike in smoking nero, al centro di una scenografia minimalista e accompagnato da una musica anni ’30, saluta il pubblico con il suo ‘Allegria!’ e presenta la nuova offerta Infostrada. Poi si rivolge al pubblico “Vi chiederete, ma non c`è Fiorello?”, a questo punto lo showman entra in scena con un caffè “Tu mi hai detto, giriamo fra un ora!”. E Fiorello, rivolgendosi a Mike, conclude sconsolato “è un monumento nazionale della tv, è protetto”. Nel secondo soggetto Fiorello presenta l`offerta Infostrada quando entra in scena, a sorpresa, Leonardo, il figlio di Mike: “Papà  dice che ci vuole un giovane per parlare di internet, e tu sei troppo vecchio”. Fiorello indispettito chiede chi sia il regista e Mike, dietro la macchina da presa, risponde: “Io, perché?”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro