- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

TV: UNCEM PIEMONTE PROTESTA, DIGITALE OSCURA COMUNI MONTANI

TV: UNCEM PIEMONTE PROTESTA, DIGITALE OSCURA COMUNI MONTANI
(AGI) – Torino, 21 set. – Il prossimo 24 settembre, chi abita in 68 comuni montani delle province di Cuneo e Torino, potrebbe non vedere i canali Rai sul proprio televisore. Ad affermarlo e’ l’Uncem (Unione nazionale comunicomunita’ enti montani) Piemonte, che spiega: “Dalle verifiche tecniche effettuate, risulta, infatti, che a seguito del passaggio dal sistema analogico a quello digitale, in 68 comuni montani piemontesi (uno su tre nelle province di Cuneo e Torino) verrebbe interrotta la ricezione di tutte le trasmissioni in onda sui canali Rai. Un rischio simile e’ prevedibile entro aprile 2010 per tutte le altre province piemontesi”. “Una situazione insostenibile – afferma il presidente dell’Uncem Piemonte Lido Riba – di cui si e’ avuta conoscenza solo nelle ultime ore. Viene a mancare uno degli ultimi (e unici) servizi, quello della ricezione televisiva, presenti nelle vallate alpine”. “Abbiamo chiesto alla Regione e al governo di attivare subito le misure di emergenza – continua il presidente dell’Uncem Piemonte – in attesa di definire iniziative piu’ stabili che prevedono notevoli investimenti sui ripetitori dislocati nelle nostre vallate. Dobbiamo evitare – conclude – l’interruzione della fruizione del servizio televisivo pubblico a danno del trenta per cento dei comuni del Torinese e del Cuneese”.