RAI: RUFFINI, MASI NON MI HA MAI PARLATO DI MIA SOSTITUZIONE

RAI: RUFFINI, MASI NON MI HA MAI PARLATO DI MIA SOSTITUZIONE
(ASCA) – Torino , 21 set – ”A me il direttore generale Mauro Masi non ha mai parlato di una mia sostituzione”. Lo ha detto il direttore di Rai 3 Paolo Ruffini durante la presentazione del programma ”Il concilio” , dedicato al Concilio Vaticano II per il ciclo La Grande Storia. ”Il direttore di Rai 3 cosi’ come quello del Tg 3 non sono in scadenza ”, ha aggiunto Ruffini che ha sottolineato, citando le stesse parole del presidente della Rai Paolo Garimberti, di non credere ”a un tentativo di normalizzazione verso il pensiero unico”. ”Non mi sento ostaggio di nessuno – ha detto Ruffini che da sette anni dirige la terza rete Rai – e non credo che la sostanza siano le beghe in casa Pd”. ”Rai Tre – ha osservato – non e’ una rete che attacca; e’ una rete libera che esercita il diritto di critica, che crede in una libera manifestazione del pensiero e pensa a fare buona televisione. In questo quadro accetta anche le critiche. Credo che la ricchezza della Rai sia la pluralita’ di espressione e credo che questa ricchezza sia difesa dai vertici Rai. Cosi’ come ha gia’ detto il presidente della Rai – ha continuato Ruffini – indicare il servizio pubblico come verita’ e servizio di stato ci porta fuori dalla tradizione del servizio pubblico, non solo in Italia ma in tutti i paesi”. ”Rai Tre e’ – ha detto ancora Ruffini – un patrimonio della Rai e le cose che ha fatto le ha fatte per la Rai, lo dico con orgoglio”. ”Un professionista – ha concluso – si giudica dai risultati. Io ho fatto un gran lavoro, il mio bilancio e’ positivo, la rete ha mantenuto e accresciuto gli ascolti, se qualcuno deve pero’ dirmi altro rispondero’ a chi me lo dice”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi